Chiamaci: 0862.368683
  • S. Maria di Collemaggio
  • Isernia
  • Campobasso
  • Pescara
  • Avezzano Castello Orsini Colonna

Donazione di organi, tessuti e cellule

Donazione di organi, tessuti e cellule

Il prelievo di organi e tessuti dopo la morte è possibile solo se la persona deceduta aveva espresso in vita la propria volontà alla donazione o, nel caso non l’avesse espressa, se i familiari non si oppongono al prelievo. Il prelievo viene fatto solo dopo aver accertato la cessazione irreversibile di tutte le funzioni dell’encefalo: l’accertamento di morte viene fatto da una apposita Commissione composta da tre medici specialisti. 
La volontà a donare organi e tessuti viene espressa secondo apposite modalità (vedi “manifestazione di volontà alla donazione”) ed è registrata nel Sistema informativo nazionale dei trapianti.
Dopo la morte è possibile la donazione di organi (rene, cuore, fegato, polmone, stomaco, duodeno, intestino e pancreas) e tessuti (cornee, segmenti ossei, cartilagini, segmenti vascolari, valvole cardiache, cute). Per ogni tipo di donazione sono stati definiti i limiti di età del donatore.
In caso di donazione di organi, l’Azienda sanitaria nella quale è avvenuta la donazione si fa carico delle spese di trasporto della salma fino al luogo di sepoltura, entro il territorio nazionale.

E’ possibile anche la donazione da donatore vivente di organi (rene, parte del fegato) o tessuti (tessuto osseo prelevato durante l’intervento di protesi d’anca, midollo osseo, sangue, sangue del cordone ombelicale).